Aspiranti tutori volontari: la Garante Albano al corso di Firenze

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, è intervenuta questo pomeriggio al corso di formazione per aspiranti tutori volontari di minori stranieri non accompagnati di Firenze. Al percorso formativo, organizzato dall’Autorità con il supporto di EASO – l’Ufficio europeo di supporto in materia di asilo, prendono parte 40 cittadini che si sono resi disponibili a svolgere le funzioni di tutori per i tanti ragazzi stranieri soli che vivono in Toscana (622 al 28 febbraio).

“Il compito che siete chiamati a svolgere è molto importante – ha ricordato la Garante – perché il tutore volontario può diventare un vero e proprio punto di riferimento. Non è soltanto un aiuto per sbrigare le pratiche amministrative, come quelle relative al permesso di soggiorno o alla procedura per il ricongiungimento familiare, ma è soprattutto una guida che può indirizzare il ragazzo verso un percorso di studio e formazione, accertarsi del suo stato di salute e consigliarlo nella scelta di un’attività ludica o sportiva da intraprendere”.

Proprio con riferimento alla delicatezza del ruolo, la Garante ha sottolineato la necessità di acquisire conoscenze e strumenti pratici: “È per questo motivo che state frequentando questo corso – ha tenuto a sottolineare la Garante – pensato e strutturato per trasmettervi la consapevolezza delle funzioni che dovrete svolgere e per spiegarvi concretamente cosa dovrete fare, che procedure dovrete seguire e con chi vi troverete a entrare in relazione”.