ENYA, under 18 a confronto sulla salute mentale

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza partecipa all’edizione 2018 delle attività dell’ENYA, l’European Network of Young Advisors, insieme ad altri otto Paesi, nell’ambito del progetto “Let’s talk young, let’s talk about mental health” (“Parliamo giovane, parliamo di salute mentale!”). Scopo dell’ENYA è coinvolgere attivamente le persone minori di età nelle attività annuali della rete europea dei garanti per l’infanzia e l’adolescenza (ENOC) e dar loro la possibilità di essere ascoltati a livello europeo, oltre i confini dei propri Paesi.

Dopo un primo incontro illustrativo delle attività progettuali e dei principi fondamentali della Convenzione di New York, lo youth panel, composto in tutto da 15 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni, si sono incontrati ieri, presso la sede dell’Autorità garante, per discutere idee ed esperienze in relazione alla tematica del diritto delle persone di minore età alla salute mentale. È stata l’occasione per i ragazzi per presentarsi e mettere in atto un primo confronto su alcuni concetti come salute e disturbo mentale. Prossimo appuntamento il 6 giugno, quando i partecipanti al progetto si confronteranno con due psicologi.