23
Ottobre
2017

Grande successo per il corso per tutori volontari organizzato dall’Autorità garante a Firenze

Si è concluso oggi, con molto entusiasmo e un pizzico di stanchezza, il primo corso di formazione per aspiranti tutori volontari di minori stranieri non accompagnati, organizzato dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza con il supporto dello European Asylum Support Office. Al corso hanno partecipato 50 aspiranti tutori, per la maggior parte provenienti dalla città di Firenze. Si tratta soprattutto di donne, di età compresa tra i 36 e i 45 anni (18) e tra i 46 e i 60 anni (17). Sono impiegati, insegnanti, liberi professionisti, lavoratori del settore sociale, ma anche casalinghi e pensionati.

Durante le quattro giornate di corso, ospitato nella sede dell’Istituto degli Innocenti, si è parlato innanzitutto del fenomeno migratorio e del nostro sistema di accoglienza per i minori stranieri non accompagnati. Agli aspiranti tutori sono state poi illustrate più nel dettaglio le funzioni da svolgere e le procedure da attivare, mentre l’ultima sessione è stata dedicata all’ascolto, alla costruzione della relazione tra tutore e minore e agli strumenti di identificazione di eventuali disordini post traumatici o di casi di maltrattamento e abusi.

Fortemente interessati e motivati, i partecipanti hanno preso parte attivamente alle giornate di studio - in particolare ai momenti di condivisione e confronto all’interno dei focus group tematici – richiedendo chiarimenti e approfondimenti soprattutto rispetto ai doveri del tutore. In molti hanno chiesto espressamente di non essere lasciati soli nello svolgimento dell’incarico e di poter contare sul supporto di una rete. 

Articoli correlati