Libera-mente, a Milano evento conclusivo sulle smart drugs

Evento conclusivo oggi pomeriggio per il progetto “Libera-mente” promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza all’istituto comprensivo “Massa” di Milano. Il tema sul quale hanno lavorato gli studenti è stato quello delle smart drugs, droghe “legali” che creano lo stesso dipendenza e producono danni. Prima della manifestazione i peer tutor hanno fatto giocare i compagni di scuola con il taboo, un video gioco da loro ideato e programmato, il quiz e il cruciverba.

Quindi l’evento è proseguito in veste più ufficiale, con gli studenti che hanno illustrato il loro lavoro a docenti e genitori. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l’istituto don Calabria. Quindici i ragazzi che hanno fatto da peer tutor nel corso del progetto, provenienti da nove classi delle seconde e terze della Secondaria di primo grado. Nella fase iniziale di “Libera-mente” al “Massa” sono stati  somministrati dei questionari creati dai ragazzi a tutte le classi di seconda e terza, oltre che ai prof. I dati raccolti sono stati rielaborati per approfondire la conoscenza del tema. Quindi sono stati realizzati i cartelloni, il videogioco e gli altri prodotti con i quali i coetanei dei peers hanno giocato nell’ambito di “Libera-mente” per approfondire e prevenire le dipendenze.

Gallery