Minori stranieri non accompagnati: primo corso per tutori ad Arezzo

Prosegue in Toscana l’attività formativa per aspiranti tutori volontari di minori stranieri non accompagnati realizzata dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia) con il supporto di EASO – l’Ufficio europeo di supporto in materia di asilo. Dopo i tre corsi di Firenze e il corso di Lucca, la formazione si sposta ora ad Arezzo, nella cui provincia vivono 29 minori soli, il 4,7% di quelli complessivamente presenti nella regione.

Il corso, in programma da oggi al 22 aprile, si tiene all’Hotel Minerva, in via Fiorentina. Vi prendono parte 20 aspiranti tutori della provincia di Siena, 11 della provincia di Arezzo e 1 della provincia di Grosseto. Si tratta prevalentemente di donne, di età compresa tra 46 e 60 anni.

 “Quello che ci proponiamo di fare attraverso questa tre giorni di formazione – spiega la Garante Filomena Albano – è trasmettere ai cittadini che si sono resi disponibili ad assumere l’incarico di tutore volontario gli strumenti necessari a svolgere al meglio il loro ruolo, attraverso la piena consapevolezza delle loro funzioni e la conoscenza dei soggetti con cui si troveranno a entrare in relazione. Ma non solo. Il nostro intento è anche quello di far comprendere agli aspiranti tutori la delicatezza del compito al quale sono chiamati: da loro ci aspettiamo che siano disponibili a entrare in relazione con il ragazzo, che sentano il bisogno di conoscerne la storia, che siano in grado di portare il peso del loro vissuto”.

Allegato