Modena, Agia a giornata su Convenzione riscritta dai bambini

Giornata conclusiva oggi all’istituto comprensivo “3” di via Piersanti Mattarella di Modena del progetto, promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia), grazie al quale gli studenti hanno riscritto i diritti della Convenzione di New York a partire dai loro bisogni.  Presenti gli uffici dell’Agia. Nell’iniziativa, che ha utilizzato la Convenzione e la Costituzione italiana come mappe per “conferenze ludiche” tenute assieme ad “allenatori di cervelli”, sono stati coinvolti tre plessi, con studenti sia di Primaria che di Secondaria.  Dopo i saluti istituzionali in apertura dei lavori, gli studenti hanno lavorato nella mattinata alla redazione di cartelloni e manifesti sui diritti.

I risultati elaborati dai gruppi sono stati presentati in un’assemblea plenaria nello spazio centrale della scuola, alla presenza anche dei genitori. “Ogni bambino – si leggeva ad esempio in un cartellone dedicato alla “libertà” – ha il diritto di essere libero di fare le proprie scelte, di non cambiare per gli altri, di essere sempre se stesso e di decidere senza avere paura di sbagliare e di essere giudicato”. Alla fine della giornata un gruppo di studenti "senatori" ha portato all'attenzione dei presenti una serie di istanze emerse dall’ascolto dei compagni.

Gallery