Salone del libro: i bambini riscrivono la Convenzione dei diritti dell’infanzia

Migliaia di bambini si sono messi in gioco per scrivere i nuovi articoli della Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza utilizzando un libro di Geronimo Stilton. Il 14 maggio, al Salone internazionale del libro di Torino, li renderanno pubblici, giocando all’Arena Bookstock dalle ore 10,30. Parteciperà Filomena Albano, Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia), che ha promosso il progetto “La Convenzione dell’infanzia riscritta dai bambini”.

Un’iniziativa che ha coinvolto una quarantina di scuole, dalla Lombardia alla Sicilia, e ha permesso ai più piccoli, a partire dal libro di Geronimo Stilton “La Costituzione italiana raccontata ai ragazzi” (Edizioni Piemme), di prendere consapevolezza di essere soggetti di diritti a partire proprio dalla Carta costituzionale e dalla Convenzione Onu. Prevista, in occasione del Salone, un’edizione straordinaria dell’Eco del Roditore.

È stato un viaggio di andata e ritorno per i bambini grazie alla ‘mappa’ costituita dei principi fondamentali della Costituzione e dei diritti della Convenzione. Grazie a essi, giocando, hanno riflettuto su bisogni e diritti, arrivando a nuove scoperte. “È stata l’opportunità – dice la Garante Filomena Albano – per i bambini di costruire il proprio ‘sé’, di educarsi alla partecipazione e alla legalità, oltre che rendersi parte attiva nel diffondere la conoscenza della Carta costituzionale e della Convenzione tra coetanei. Si tratta di un progetto che vede la formazione non come punto di arrivo, ma come punto di inizio, partendo dal riconoscimento di se stessi per attivare un comportamento culturale nuovo e costruttivo”.

Il progetto si è sviluppato intorno a ‘conferenze ludiche’ assistite da “allenatori di cervelli” dell’Associazione “Così per gioco” nel corso delle quali gli alunni hanno esplorato e formalizzato “bisogni-diritti” avvertiti come più “urgenti” o più vicini alla propria realtà. Infine, sono stati avviati una serie di incontri finali, per condividere i risultati del progetto. Quest’ultima fase è iniziata ad aprile e si svolgerà per tutto maggio fino alla chiusura delle scuole di giugno con 37 eventi in tutta Italia.