Scuole inclusive, parte a Roma il progetto MetaEmozioni

Ha fatto tappa a Roma “MetaEmozioni-Scuola: per scuole emotivamente inclusive”, progetto promosso dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e realizzato grazie al partenariato tra MetaIntelligenze onlus e il Dipartimento di Scienze psicologiche, pedagogiche e della formazione dell’Università di Palermo. Il workshop esperienziale –  quarto di un calendario iniziato lo scorso 31 gennaio a Palermo – si è tenuto il 15 febbraio all’istituto comprensivo “Alzavole” di Roma.

Il progetto punta a consentire la costruzione di scuole emotivamente inclusive. In pratica, imparando a percepire, utilizzare, comprendere e gestire le emozioni, bambini e ragazzi potranno acquisire un metodo in grado di aiutarli a riconoscere l’“altro”. E a riconoscersi nell’“altro”. Un riconoscimento del quale abbiamo bisogno per superare la diffidenza della diversità, grazie all’universalità delle emozioni.

L’iniziativa è diretta a circa mille alunni e 40 docenti di primarie e secondarie di primo grado di cinque province italiane, distribuite su tutta la penisola: Palermo, Roma, Torino, Cagliari e Bari.

La prima fase, quella dei workshop come quello svoltosi nella scuola romana, punta a investire docenti e studenti del ruolo di “ambasciatori dell’intelligenza emotiva”. Grazie ai materiali ricevuti - e disponibili nella piattaforma online in dotazione al progetto - e alle consegne sulle attività da svolgere, in una seconda fase prenderanno corpo le attività in classe.

Gli studenti saranno promotori dell’iniziativa tra i compagni, dando vita così a un apprendimento collaborativo e a un tutoraggio tra pari. Previsti focus group, elaborati dalle classi partecipanti sotto forma di poster o videoclip, un report finale sui risultati e un convegno conclusivo.